spacer.png, 0 kB
Assomarket
Intervento cofinanziato
dall'U.E. - F.E.S.R.
sul POR Puglia 2000-2006
Misura 6.2 Azione C)
Progetto "A.O.L. - ASSOPIM ON-LINE"

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Home
Rinnovabili: senza incentivi per PMI crisi annunciata PDF Stampa E-mail
Assopim Informa
marted 12 aprile 2011

«Siamo in attesa dell'uscita in Gazzetta ufficiale per la definitiva valutazione del Decreto legislativo, ma per tutte le piccole e medie imprese che operano nel settore delle fonti rinnovabili si preannuncia una grave crisi se non verranno presi gli opportuni provvedimenti».

Con queste parole Paolo Galassi, Presidente di Confapi, commenta la recente firma del Decreto Legislativo di recepimento della Direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili da parte del Presidente Napolitano, che mette in discussione l'intero settore delle fonti di energia alternativa.

«Al Ministro Romani, con cui ci auguriamo di confrontarci presto, chiediamo che perlomeno il sistema degli incentivi vigenti rimanga attivo per un periodo più lungo di quello previsto, che non arriva nemmeno a 3 mesi. E' necessario inoltre che nuovi meccanismi incentivanti vadano a definirsi nel più breve tempo possibile».

Nel decreto si prevede la revisione del terzo Conto Energia, approvato solo da pochi mesi e la definizione di un limite annuale di potenza elettrica cumulativa degli impianti fotovoltaici che possono ottenere le tariffe incentivanti.

Misure che gettano il settore, sottolinea Confapi, nell'incertezza e nell'instabilità. «Dubbi ed incertezza negli investimenti sul lungo tempo nonché resistenza al finanziamento da parte delle banche a nuovi progetti non possono che generare una grave destabilizzazione del settore», conclude Galassi.

Fonte: CONFAPI

 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB